Grazie al contributo di liberaMente Onlus, dal mese di febbraio 2009 in collaborazione con il Biennio in “Teoria e Pratica della Terapeutica Artistica” dell’Accademia delle Belle Arti di Brera è stato attivato il “Laboratorio di ricerca in terapeutica artistica”, il primo in Italia offerto gratuitamente ai bambini ed adolescenti quale momento privilegiato di espressione e condivisione di problematiche emotivo-relazionali attraverso l’utilizzo del linguaggio artistico, che si propone come forte strumento a sostegno del processo terapeutico.

 

L’espressione creativa permette infatti agli allievi di dare forma e veicolare il loro pensiero, le emozioni, il modo di guardare il mondo e comunicarlo al gruppo. La loro realtà è fatta di pensieri che attraverso questo linguaggio non-verbale possono esistere e trovare forma; per gli adolescenti l’esperienza di esprimersi attraverso modalità e tecniche artistiche, se proposta all’interno di un percorso educativo , diviene un linguaggio condiviso di apertura, di confronto e di integrazione sociale, che permette di favorire non solo la conoscenza e l’accettazione di sé per un miglior rapporto con coetanei, genitori e adulti, ma anche di elevare il livello di comunicazione e comprensione fra il mondo degli adulti e i giovani. Tutto questo avviene in uno spazio protetto, non occasionale, intenzionale, creato nel contesto scolastico dove i ragazzi possono liberare il potenziale emotivo ed affettivo e stabilire relazioni di fiducia, sostenuti da un facilitatore di questi processi, adeguatamente preparato.

Attualmente nel Laboratorio di ricerca di Terapeutica artistica, diretto dalla Prof.ssa Tiziana Tacconi e dal Prof. Luca Bernardo, si conducono progetti per adolescenti che sono seguiti nell’ambulatorio dall’equipe di psicologi per disturbi di comportamento, di apprendimento, disturbi alimentari, vittime del bullismo, adolescenti autistici, dislessici, adolescenti con vari handicaps e bambini sordi. L’impostazione metodologica è quella del Laboratorio di Terapeutica artistica, spazio vitale in cui gli allievi potranno creare, e dare forma ai propri contenuti emotivi, attraverso l’utilizzo di vari materiali artistici quali colori (tempere, acquarelli, pennarelli, matite,pastelli ad olio, gessi…), carta e la creta. La creta chiamata anche argilla gode delle caratteristiche di plasticità, mollezza e malleabilità e sensualità che mette ogni allievo a proprio agio.